SCONSIGLIATA LA LETTURA DEL BLOG SU CHROME
Chiunque volesse collaborare con me come autore oppure comunicando news ed eventi, per far conoscere il Piccolo Popolo, mi scriva!! fairy1962@virgilio.it

Ciao a tutti
Una cosa che forse non ho mai davvero spiegato è il perché di questo blog. Certamente è fatto in modo credo e spero
simpatico, ma quello che voglio dare io è più profondo e serio!
Scrivere del mondo della “elficología”, (un termine coniato dal francese Pierre Dubois nel 1967 per riferirsi allo studio del "piccolo popolo", la magia e gli esseri elementari o guardiani della natura in pratica quelli noti come gnomi, elfi, fate, troll, folletti, uomini selvatici, giganti, etc….) non è cosa semplice se si vuole farlo seriamente, quindi con ricerche su libri e di conseguenza sui luoghi sulla storia e così via… Il mio blog nasce dall’ambizione di far conoscere anche in Italia questa disciplina interessante, di rigore scientifico e diffondere tali studi. L’Italia (come la maggior parte dell’Europa ma non solo) è un paese ricco di spiriti della natura, ma c’è poco interesse e ancor meno ci si crede nella loro esistenza, dal mio punto di vista esistono ma sicuramente in altre dimensioni, visibili solo se e quando vogliono loro!! Ci sono molti casi di avvistamenti di esseri soprannaturali di questo tipo ma pochi lo dicono, spesso per vergogna (si sa parlare di gnomi fa sorridere figuriamoci dire si li ho visti o ci credo…) Sicuramente non siamo l'unico pianeta con la vita, non siamo l'unica specie di ominidi che popolano la terra, anche se alcuni dicono il contrario ... Non siamo soli.



VIVA VIVA LA BEFANA

Ciao gnomi

passato bene le festività? Io tranquillamente a casa con gli altri gnomi, purtroppo anche con un po' di tristezza ma sono cose che succedono……

Questa notta è passata la Befana e mi ha portato una bella calza piena di tanti dolci (aiutoooooo)
Come-realizzare-delle-calze-della-Befana-fai-da-te-in-patchwork

La cara vecchia Befana… ma voi sapete perché porta o meglio portava sempre carbone?? Ebbene per i bambini dell’epoche passate non era una punizione come viene raccontato dopo, bensì un “premio”

C’era molta povertà e riscaldarsi era davvero difficile, ed ecco allora che come regalo la Befana portava il carbone, in effetti lo portava ai più poveri! A molti può sembrare un pò una discriminazione ma all’epoca era una vera festa riceverlo, certo più per i genitori che per i bimbi, ma tranquilli non li scordava qualcosa di buono o di bello c’era sempre anche per loro!!!!!!

calze-befana

C’è anche un’altra leggenda carina:

Una sera di un inverno freddissimo, bussarono alla porticina della casa della Befana tre personaggi elegantemente vestiti: erano i Re Magi che, da molto lontano, si erano messi in cammino per rendere omaggio al bambino Gesù.

Le chiesero dov’era la strada per Betlemme e la vecchietta indicò loro il cammino ma, nonostante le loro insistenze lei non si unì a loro perché aveva troppe faccende da sbrigare.

Dopo che i Re Magi se ne furono andati sentì che aveva sbagliato a rifiutare il loro invito e decise di raggiungerli.

Uscì a cercarli ma non riusciva a trovarli.

Così bussò ad ogni porta lasciando un dono ad ogni bambino nella speranza che uno di loro fosse Gesù.

Così, da allora ha continuato per millenni, nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio a cavallo della sua scopa…

Tratta da CARA BEFANA

befana_casarisvegli

Un abbraccio a tutti!!!

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...